• 99
  • 0
Il fumo passivo durante la gravidanza può avere effetti dannosi sia sulla salute della donna che su quella del bambino che porta in grembo. Per le donne in gravidanza, l’esposizione al fumo passivo comporta rischi di complicanze perfettamente sovrapponibili a quelli di una fumatrice, se non addirittura, paradossalmente, più alti.

Un’analisi realizzata da ricercatori americani ha valutato i dati di oltre 80 mila donne che avevano partecipato a un grande studio negli Stati Uniti (noto come Women’s Health Initiative). I ricercatori hanno concluso che una non fumatrice esposta a fumo passivo prima e durante la gravidanza ha un rischio più alto del 17 % di andare incontro ad aborto spontaneo, del 55 per cento di dare alla luce un bambino morto e del 61% di gravidanza ectopica. Rischi che appaiono addirittura più alti rispetto a quelli stimati da diverse ricerche, a cui va incontro una fumatrice. Per le donne che fumano, le probabilità di incorrere in queste complicanze sono rispettivamente del 16, 44 e 43 % più alte rispetto alle non fumatrici (che non sono state esposte neanche a fumo passivo).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *